Questo sito web utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies

Il Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate torna ai cittadini | Ministero Interno

Le prefetture di Como e Varese hanno coordinato una vasta operazione anti spaccio e prostituzione

Sono state 159 le persone e 103 le autovetture controllate ieri in un'operazione interforze nel comprensorio del “Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate”. Il servizio ha fatto seguito alle intese tra il prefetto di Como Bruno Corda e il prefetto di Varese Giorgio Zanzi per il coordinamento dell'intervento finalizzato a prevenire e reprimere i fenomeni dello spaccio di stupefacenti e della prostituzione in un'area boschiva molto ampia: un cittadino extracomunitario arrestato, 3 persone denunciate in stato di libertà, 7 persone segnalate per assunzione di stupefacenti, 3 fogli di via obbligatori, 7 prostitute extracomunitarie controllate e rimosse 11 postazioni utilizzate per l’esercizio della prostituzione.

Il risultato è stato conseguito grazie alla ricognizione delle Forze dell’ordine per individuare i punti strategici di accesso alle aree boschive e le strutture di ricovero degli spacciatori, con l'intervento di contingenti di rinforzo e di elicotteri, in modo da consentire una generale cinturazione dell’area. Sono quindi entrate in azione volanti della Polizia di Stato e gazzelle dei Carabinieri, cinofili della Guardia di Finanza, pattuglie del Corpo Forestale dello Stato e la Polizia Locale di Tradate (VA). La vasta operazione ha impedito che gli spacciatori approfittassero della fitta vegetazione, di una capillare diramazione di sentieri e di un collaudato sistema di vedette, per sfuggire facilmente ai controlli. 

Il Parco Pineta e le sue zone limitrofe, divenute negli anni luogo di abituale ritrovo di tossicodipendenti e prostitute, sono oggi più sicure e restituite alla normale fruizione da parte dei cittadini, specie in vista della stagione estiva che costituisce momento privilegiato per escursioni e attività di tipo naturalistico.

Ultimo aggiornamento:

Giovedì 16 Aprile 2015, ore 16:00